In gita al Sacro Bosco di Bomarzo

Durante una vacanza romana con mio figlio, per sfuggire al caldo afoso cittadino, decidiamo di fare una gitarella fuori porta alla ricerca di un posto un po’ più fresco e presa l’auto ci dirigiamo verso la provincia di Viterbo. Una cara amica ci accompagna e ci suggerisce un giretto nel poco conosciuto ed unico Parco dei Mostri di Bomarzo e curiosi accettiamo volentieri l’invito…una volta arrivati capiamo subito il perché di tale appellativo! Ci ritroviamo così immersi in un luogo magico abitato da animali mitologici, divinità e creature mostruose…ebbene si, tutto questo è possibile nel Sacro Bosco, la cosiddetta Villa delle Meraviglie di Bomarzo.  Si tratta di un parco naturale ed un complesso monumentale progettato dal principe Vicino Orsini, dedicato al ricordo della sua amata Giulia, come un percorso che potesse avvicinarlo all’aldilà, e realizzato dall’ architetto Pirro Ligorio nel 1552. Un posto incantevole e a tratti grottesco in cui è possibile passeggiare all’interno di un vero e proprio bosco incontaminato e man mano imbattersi in diverse sculture mostruose e fantastiche ispirate alla storia e alla mitologia: Titani in lotta tra loro, Sfingi, giganteschi Elefanti, Nettuno e Pegaso, e persino un terribile orco e un drago! I vari elementi, sculture e costruzioni, sono almeno apparentemente slegati tra di loro da qualsiasi coerenza di proporzioni e prospettiva, e danno così l’idea di un intricato insieme quasi un labirinto misterioso capace di creare suggestioni uniche ed emozioni per grandi e piccini. In realtà però il parco ha probabilmente un contenuto esoterico e per molti si configura come un vero e proprio percorso iniziatico proprio in virtù del simbolismo delle sculture e costruzioni.

La visita al Sacro Bosco di Bomarzo può così diventare l’occasione per raccontare ai più piccoli alcuni dei più affascinanti miti greci e romani oltre che lasciarsi trasportare dalla fantasia inventando storie  avventurose per ciascuna delle affascinanti sculture che si incontrano man mano.

Noi siamo rimasti davvero colpiti dalla grotta in cui è possibile entrare solo dopo avere attraversato con coraggio le fauci spalancate di un gigantesco mostro e la casa pendente costruita sopra un masso inclinato e dove una vola entrati ci si ritrova tutto d’un tratto confusi e spaesati, disorientati da strane proporzioni e pendenze!

Bomarzo è un’eccezionale idea per passare una giornata coi vostri figli in un parco naturale, all’aria aperta ed immersi in un’atmosfera incantata. Inoltre il Parco è aperto e visitabile tutto l’anno, e sono certa che offrirà suggestioni diverse per ogni stagione!

Link utili http://www.sacrobosco.it

♥CONTATTATE LE MAMME E I PAPA’ DI TURISTI PER SCELTA PER ORGANIZZARE LE PROSSIME VACANZE A MISURA DI FAMIGLIA!♥